L'artista

Mario Martinelli vive e lavora a Paese, in provincia di Treviso, dove è nato nel 1944. Si laurea all’Università di Padova in Lettere Moderne, e consegue il dottorato di ricerca in Storia dell’Arte Contemporanea con Umbro Apollonio del quale poi diventa assistente. Contemporaneamente frequenta i corsi di Luigi Tito all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Insegna lungo Storia dell’arte nel Liceo artistico cittadino.

L’attività critica e didattica segue costantemente la ricerca artistica che si sviluppa lungo un filo personalissimo di autoriflessione a partire dalla prima tela stessuta apparsa nel ’69.

Lo scacco alla superficie, intesa come una pura convenzione, è il filo che unisce per cicli tutto il suo lavoro, dagli stessuti degli anni ’70 e ’80 alle seguenti traspareti, teatri di luce e d’ombra sulla tela e sui muri degli edifici.

Dai primi anni ’90 le traspareti prendono la forma dalle ombre che le abitano diventando dei pirati metafisici, realtà che godono dell’ ambiguo statuto di oggetti e, insieme, di gemelle dell’anima, sono le ombre-in-rete.

Nel 1992 viene invitato alla Biennale di Losanna e nel 1995 espone nell’ambito delle mostre promosse dalla XLVI Biennale di Venezia.

Da allora gira il mondo – Venezia, Milano, Parigi, Toronto, Montreal, Tokyo, Anversa – con un flash che “soffia” tra gli edifici delle città l’ombra dei passanti, fermandola e presentandola emancipata dal corpo sulla superficie di uno schermo, dove pian piano svanisce. Monumento effimero al miracolo passeggero dell’esistenza, stupita scoperta di sé e dell’evento della propria svaporazione.

Spesso, rivestite di una maglia di rete che le rende visibili, queste ombre affiorano in permanenza, in forma di nuovi graffiti plastici, dai muri delle città che Martinelli si ostina a voler marcare di umano.

Gallerie e istituzioni pubbliche italiane e internazionali si interessano alla sua opera e la diffondono con mostre e pubblicazioni. Storici, critici dell’arte e intellettuali la ritengono un toccante intervento nel diffuso sentimento di perdita d’identità e di solitudine del nostro tempo. Una salutare reazione contro l’indifferenza all’uomo della città d’oggi.

Bibliografia

  • Gisella Gellini, Light Art in Italy 2011,  Maggioli Editore, Segrate, MI, 2012
  • Francesco Murano, Light Art in Italy – New Works 2011, Maggioli Editore, Segrate (MI), 2012
  • Elsa Dezuanni and Ennio Pouchard (a cura di), L’arte fa bene al cuore, GMV libri, Villorba, TV 2011
  • Gisella Gellini and Francesco Murano, Light Art in Italy 2010, Maggioli Editore, Segrate (MI), 2011
  • Giorgio Di Genova, Storia dell’arte italiana del ‘900 – Generazione Anni Quaranta, Edizioni Bora, Bologna, vol. I, 2007 – vol. II, 2009
  • La pittura nel Veneto, Il ‘900, a cura di Luisa del Col o Paola Bonifacio, Elemond, Milano, vol III, 2009
  • Gary Micael Dault, Ombreti Angle of Incident, # 20, Toronto, 2006
  • Gianni Turchetto, Artisti, Tintoretto edizioni, Castrette di Villorba (TV), 2006
  • Giorgio Di Genova, Museo delle generazioni italiane del ‘900 “G. Bargellini”, catalogo delle collezioni permanenti. Vol. 7 e 8, Edizioni Bora, Bologna, 2006
  • Claudia Mc Koy, Mix Gallery Mario Martinelli, in MIX magazine, Toronto, Settembre 2005
  • Luciano Caramel (a cura di), Miniartextil à Montrouge, Filophilo, catalogo, Editrice Cesare Nani, Lipomo (CO), 2006
  • Luciano Caramel (a cura di), XV mostra internazionale d’arte contemporanea, Filophilo, catalogo, Editrice Cesare Nani, Lipomo (CO), 2005
  • Monica Burman, In the Shadow of David, in MAG, Mass Art Guide, Toronto, 2005
  • Maurizio Vitta, Il filo e l’ombra. Martinelli’s Work, in «L’ARCA. La rivista internazionale di architettura, design e comunicazione visiva», Milano, 2005
  • Giorgio Di Genova, Catalogo delle collezioni permanenti, Museo d’arte delle generazioni italiane del ‘900 “G. Bargellini”, Pieve di Cento (BO), Catalogo, Edizioni Bora, Bologna, 2005
  • Werner Weick, Cercatori d’ombra, documentario-intervista, produzione RTSI Televisione Svizzera. Pubblicato in dvd video 50’, RTSI, Lugano 2004
  • Pierre Restany, Davide Martinelli e Paolo Ruffilli, Mario Martinelli, la superficie introvabile, Grafiche Antiga, Treviso, 2002
  • Pierre Restany, Tra le maglie della materia